Fisco: confermato slittamento da 7 a 23 luglio del termine per il 730

Il Consiglio dei Ministri stato ha prorogato di due settimane la scadenza per il 730.

730 precompilatoIl presidente del Consiglio Matteo Renzi ha firmato un dpcm che proroga di due settimane, dal 7 al 23 luglio la scadenza per il 730.

Lo si è appreso da fonti governative.

Restano a giugno altre scadenze fiscali:  il 16 giugno dall’Imu e Tasi per le seconde case e immobili di lusso, al modello Unico della dichiarazione dei redditi, passando per la Tari.

La Tari, tassa sui rifiuti, dovrà essere pagata, sempre entro il 16 giugno, da chiunque detenga a qualsiasi titolo un immobile. Il 16 giugno ci saranno anche le scadenze mensili di Iva e Irpef.

Proseguendo verso la fine del mese bisogna segnare con il rosso la data del 27 giugno: la scadenza riguarda l’obbligo mensile Intrastat per le imprese e i professionisti che fanno acquisti e vendite verso soggetti passivi Iva appartenenti all’Unione Europea.

Il 30 giugno ci sono ancora due importanti adempimenti: la dichiarazione Imu e Tasi 2016 per le proprietà immobiliari che hanno subito variazioni nel corso del periodo d’imposta precedente e di cui si dovrà tenere conto per i futuri versamenti d’imposta; l’esenzione per la seconda rata del canone Rai per gli utenti che ancora non l’hanno chiesta.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email