Fisco, Istat: “Bonus 80 euro e quattordicesima riducono rischio povertà”

Intervento pubblico aiuta solo gli anziani, non i giovani

“Le principali politiche redistributive del periodo 2014-2016 – bonus di 80 euro, aumento della quattordicesima per i pensionati e sostegno di inclusione attiva – hanno aumentato l’equità della distribuzione dei redditi disponibili nel 2016(l’indice di Gini è passato dal 30,4 al 30,1) e ridotto il rischio di povertà (dal 19,2 al 18,4%)”. E’ quanto sottolinea l’Istat nel rapporto sulla redistribuzione del reddito in Italia diffuso oggi. Ma l’Istituto di statistica aggiunge che “l’intervento pubblico sui redditi attraverso tasse e benefici abbatte drasticamente il rischio di povertà delle famiglie anziane, allo stesso tempo le più esposte e le più tutelate, cioè quelle per cui la redistribuzione consegue il maggior effetto. Al contrario, le coppie giovani e quelle adulte con minori, dopo l’intervento pubblico risultano più esposte al rischio di povertà, che aumenta in misura contenuta. I giovani single e i ‘monogenitori’ con bambini sono i meno tutelati dal sistema di welfare.

Leggi le altre notizie in Primo Piano 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email