Fisco, Saccomanni: “Per taglio seconda rata Imu coperture non indolori”

“Chi fa credere il contrario rende un disservizio agli italiani”

“Se le mie dichiarazioni seminano incertezza, me ne dolgo ma penso che gli italiani debbano essere lealmente informati di come stanno le cose della finanza pubblica”. A scriverlo è il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni in una lettera a ‘Libero’ in cui risponde alle critiche sulla possibilità di abolire la seconda rata dell’Imu e di privatizzare sia le proprietà immobiliari che le partecipazioni azionarie.

“L’abolizione della seconda rata dell’Imu è certamente possibile – conferma – a patto che ci sia un forte consenso politico sulle forme di copertura, nella piena consapevolezza che non si tratterà comunque di coperture indolori”.”E’ piuttosto chi fa credere agli italiani che ci siano fantasiose coperture indolori, o tesoretti nascosti, che rende un disservizio agli Italiani e li induce a comportamenti imprudenti e non sostenibili” – incalza Saccomanni.

“Con gli interventi già adottati dal governo Letta agli italiani è stato risparmiato il pagamento di imposte già previste nei conti dello Stato per 3,5 miliardi”, rivendica il ministro. “Inoltre, conclude, abbiamo individuato risorse per 12 miliardi nel triennio 2013-15, di cui 5 miliardi vengono dai tanto invocati tagli alle spese: quelle correnti, perchè abbiamo salvaguardato gli investimenti”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email