Gestori aree di servizio, Faib conferma Petrini Presidente Provinciale Siena

petrini_micheleAspettative della Categoria per un ruolo più moderno a contrasto della crisi

Assecondare il percorso di adeguamento dei distributori di carburante, assicurando a questa storica tipologia commerciale un ruolo riconosciuto ed efficace anche in futuro. E’ la prospettiva principale su cui intende lavorare a Siena e Provincia la Faib, il Sindacato di Categoria dei gestori di impianti, riunito a Congresso per l’elezione del Presidente Provinciale. Presente il Presidente Nazionale Martino Landi. I benzinai senesi all’unanimità hanno confermato fiducia al Presidente uscente, Michele Petrini, nominando anche un nuovo Vice nella persona di Franco Piccini.
Petrini, titolare di un’area di servizio a Poggibonsi, rappresenterà ancora i circa 100 gestori iscritti a Faib in Provincia di Siena: “viviamo da tempo una preoccupante fase di transizione – spiega – il consumo di carburante è stato direttamente esposto ai venti di crisi, e per i gestori i già risicati margini in questi anni si sono ulteriormente assottigliati per alcuni fattori contrari a quelle che erano le aspettative. La razionalizzazione della rete avviata in Italia ha subito uno stop, e lo spirito della salvaguardia per gli ex gestori di impianti minori ha visto contrapporsi una politica di tolleranza verso il mantenimento in funzione di strutture non redditizie, ma che messe assieme tolgono quote di mercato ad altre che potrebbero operare con tranquillità, e invece non possono”.
I gestori senesi guardano con attenzione ora alla revisione del Codice del commercio, che è attesa a breve da parte della Regione Toscana: “negli anni passati la Normativa Regionale ha già posto le premesse per un ruolo più moderno delle aree di servizio, favorendone la dotazione di servizi accessori i supporti per campeggiatori, quelli ai disabili ed altri ancora, rimarcando l’importanza del ruolo fondamentale e insostituibile dei gestori. Ci aspettiamo che questo percorso venga confermato ed esteso”.

 Leggi le altre Notizie dal territorio

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email