Gestori carburanti: ecco il codice tributo per usufruire del bonus per commissioni su transazioni elettroniche

Il codice che gli esercenti dovranno utilizzare è 6896

Il Fisco rende noto che è “Pronto il codice tributo che permette agli esercenti degli impianti di distribuzione di carburante di ottenere un credito d’imposta pari al 50% delle spese per le commissioni sui pagamenti elettronici”.

L’agevolazione si applica sulle transazioni effettuate a partire dal 1° luglio 2018, per le quali la detraibilità ai fini IVA e la deducibilità dei costi per l’acquirente sono subordinate al pagamento mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate.

Il codice tributo che gli esercenti dovranno utilizzare per usufruire del credito d’imposta è 6896. Tale codice dovrà essere inserito nel modello F24 nella “sezione erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.

Per utilizzare il credito in compensazione, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email