Giubileo, Gabrielli: “Lotta anche a filiera del commercio abusivo”

“Il fenomeno dell’abusivismo commerciale è diffuso nelle strade di Roma, e una delle sfide da affrontare se si vuole tutelare la buona economia è quello di estirparlo o contenere il fenomeno. Con contrasto in strada ma anche nella filiera che alimenta il commercio abusivo”. Lo ha detto il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, in occasione della firma di un Protocollo d’intesa con la Camera di commercio della capitale finalizzato a formare e informare e a una maggiore collaborazione tra chi opera per la sicurezza e chi è protagonista dell’economia della città. Gabrielli ha rilevato che il commercio abusivo “spesso si traduce anche in un attentato alla sicurezza della salute di chi compra la merce offerta, e il contrasto di filiera assume una rilevanza molto significativa. In proposito – ha aggiunto Gabrielli – la Guardia di finanza sta operando sempre più”. 

Il prefetto di Roma ha anche ricordato che “nel nostro territorio in questi anni alcune etnie sono aumentate molto e questo coincide con l’attività commerciale: dobbiamo incidere sempre più per limitare l’abusivismo”. In Prefettura c’è un tavolo di lavoro specifico, “e un contenimento in effetti c’è stato, anche se i fenomeni sono dilaganti e incidono pesantemente sull’immagine che questa città da’ ai turisti”. Di qui l’esigenza di puntare molto per l’appunto sul contrasto di filiera. Inoltre, a breve sarà pronto il piano d’intervento relativo all’intero territorio capitolino. Con il protocollo siglato oggi “abbiamo fatto un bel tratto di strada. C’è esigenza di far sì che si operi nel mondo dell’economia legale, perchè questa è presupposto per creare ricchezza nel Paese”. E quindi sul territorio va garantito “il presidio di legalità”.

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email