Giustizia, Confesercenti incontra il ministro Orlando

Giustizia civile, abusivismo e contraffazione al centro de confronto

Più sezioni ‘speciali’ dei tribunali, dedicate alle imprese, per velocizzare la giustizia civile. Ma anche contrasto dell’abusivismo e lotta alla contraffazione e alle organizzazioni criminali che la sostengono. Sono stati questi i temi al centro dell’incontro di oggi tra il Ministro per la Giustizia Andrea Orlando e una delegazione Confesercenti formata dal Presidente Nazionale Massimo Vivoli, dal Direttore Generale Giuseppe Capanna e dal Segretario Generale Mauro Bussoni. “Il Ministro Orlando ha mostrato grande attenzione e disponibilità verso le questioni che gli abbiamo posto”, sottolinea il Presidente di Confesercenti Massimo Vivoli. Durante l’incontro, Confesercenti ha confermato il giudizio complessivamente favorevole nei confronti della riforma della Giustizia varata nel 2014, che ha ripristinato il falso in bilancio. La Confederazione ha chiesto inoltre una stretta contro abusivismo commerciale e contraffazione, ma anche nuovi interventi per rendere più efficiente e rapida la giustizia civile, favorendo una maggior diffusione ed efficienza delle sezioni speciali per le imprese all’interno dei Tribunali. Sarebbe fondamentale che queste sezioni venissero potenziate e aperte anche alle controversie relative alle società di persone poiché in Italia le piccole e medie imprese, per lo più costituite da società di persone a base familiare, costituiscono una realtà numericamente molto significativa. Sempre sul tema della riduzione del contenzioso civile, secondo Confesercenti è necessario puntare anche su strumenti alternativi al giudizio ordinario, come la mediazione, che attualmente viene gestita dalle Camere di commercio e da organismi privati con risultati positivi.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email