Governo, incarico a Conte. “Non sarà contro, ma per l’Italia”

Il premier uscente accetta con riserva: stop ad aumenti Iva è una priorità

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella  ha ricevuto oggi alle 9:30 al palazzo del Quirinale il professor Giuseppe Conte al quale ha conferito l’incarico di formare il governo, Conte si è riservato di accettare”. Ad annunciarlo è il segretario generale della presidenza della Repubblica Ugo Zampetti al termine dell’incontro tra Conte ed il Capo dello Stato.

Il conferimento dell’incarico arriva dopo il secondo giro di consultazioni, e la comunicazione del via libera al nuovo esecutivo guidato da Conte da parte del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti e del capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio.

Dopo aver accettato con riserva, Conte avrà qualche giorno di tempo per procedere a un suo giro di consultazioni e successivamente tornerà al Colle per sciogliere la riserva e presentare la squadra del nuovo esecutivo; il giuramento è atteso per la metà della prossima settimana. Conte svolgerà le sue consultazioni a Montecitorio. Lo studio del presidente incaricato sarà allestito nella Sala dei busti, mentre le dichiarazioni si terranno nella sala della Regina.

“Non sarà un governo contro ma per il bene dei cittadini, per modernizzare il Paese e rendere la nostra nazione ancora più competitiva nel contesto internazionale ma anche più giusta e inclusiva”, ha detto il presidente del consiglio incaricato Giuseppe Conte parlando al Quirinale dopo l’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Nei prossimi giorni tornerò dal Presidente della Repubblica per sciogliere la riserva e, in caso di esito positivo, per sottoporgli le proposte relative alla nomina dei ministri. Siamo a poche settimane dall’inizio della sessione di bilancio. Mi metterò subito all’opera per una manovra che contrasti l’aumento dell’Iva, tuteli i risparmiatori, dia una solida prospettiva di crescita e sviluppo sociale”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email