Grecia, Dijsselboem: “Atene sa che il tempo sta scadendo”

Il presidente dell’Eurogruppo: “Bisogna fare di più, aprile ancora non è finito”

Palazzo-UE

 

“Sulla Grecia bisogna fare di più, c’è il senso d’urgenza, i greci sanno che il tempo sta finendo, ma aprile ancora non è finito”: cosí il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselboem. “I progressi non sono sufficienti, il negoziato deve proseguire, la migliore opzione è concludere il programma, è importante che la Grecia acceleri e cominci ad attuare le riforme” – ha sottolineato il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis. “Sulla Grecia non ci aspettiamo risultati definitivi a questa riunione”:ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan entrando all’Eurogruppo che si è riunito questa mattina. “Sulla Grecia stiamo continuando ad avere una discussione che sarà fruttuosa”. “Le discussioni sulla Grecia non sono avanzate a sufficienza, oggi ascolteremo un rapporto sullo stato delle cose e diremo che il tempo ha un limite” – è, invec, il commento del ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble. “Il messaggio oggi è che bisogna accelerare, i progressi canno troppo lenti, c’è un senso di urgenza” – ha concluso il commissario agli affari economici Pierre Moscovici.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email