Halloween, quest’anno lo celebreranno 7 milioni di italiani

Indagine Confesercenti: la celebrazione si radica anche da noi, ma prevale l’aspetto ludico. Piace soprattutto a giovani e giovanissimi: questo 31 ottobre faranno “dolcetto o scherzetto” circa 5 milioni di bambini

 

Jack O’ Lantern non è più uno sconosciuto in Italia. Anche da noi, infatti, si afferma sempre di più la tradizione di Halloween: quest’anno la notte delle zucche e delle streghe – che cade tra il 31 ottobre ed il primo novembre – sarà celebrata dal 16% degli italiani adulti, pari a circa 7 milioni di italiani, per la maggior parte giovani intorno ai 20 anni. Ed altri 7 milioni decideranno all’ultimo momento se unirsi o no ai festeggiamenti.

Numeri ancora ben lontani da quelli totalizzati dalle altre festività della nostra tradizione, ma che dimostrano come  la celebrazione di Halloween, di origine celtica ma popolare soprattutto negli Usa e in Canada, si stia iniziando a radicare anche nel nostro Paese, come del resto sta accadendo in molti altri stati europei. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Confesercenti in collaborazione con SWG.

DOMANDA: Il prossimo 31 ottobre è la notte di Halloween: pensa di svolgere qualche attività legata a questa ricorrenza, personalmente o con la sua famiglia?

 

% rispondenti

16%

No

68%

Non so, deciderò all’ultimo momento

16%

Una festa per giovani e per bambini

La festa di Halloween ha guadagnato appeal soprattutto tra i più giovani: lo festeggerà infatti il 44% dei ragazzi tra i 18 ed i 24 anni, mentre la percentuale scende progressivamente con l’innalzarsi dell’età. Fanno eccezione le coppie con bambini, trascinati nelle celebrazioni dai piccoli: la percentuale di persone che festeggeranno la ricorrenza sale al 15% tra chi ha un figlio, mentre è al 9% tra chi non ne ha. Le celebrazioni di Halloween appaiono aver guadagnato terreno soprattutto nel Centro Italia (18%) più che nel Nord o nel Mezzogiorno (entrambi al 15%).

Dove: Halloween a casa per le famiglie, ma i giovani escono a divertirsi

La polarizzazione giovani/coppie con bambini emerge anche nella scelta del luogo dove celebrare la ricorrenza. Il 51% degli intervistati – principalmente genitori – organizzeranno a casa propria o di amici, mentre il 32% – ragazzi e ragazze sotto i 30 anni – progetta di andare a divertirsi in un locale: tra discoteche, pub, bar, ristoranti sono ormai migliaia gli esercizi in tutta Italia che offrono serate a tema su Halloween. Un altro 12% dei celebranti, invece, si recherà, invece, con la propria famiglia ed i bambini, in luoghi all’aperto (parco giochi, manifestazioni, passeggiate, etc…). Un 5% utilizzerà la ricorrenza, invece, per dedicarsi ad attività ludico-didattiche presso musei, laboratori e scuole.

Zucche, maschere e “dolcetto o scherzetto”

La leggenda irlandese del vecchio fabbro ubriacone Jack O’Lantern, simbolo delle anime dannate ed errabonde, si sta diffondendo anche in Italia e viene celebrata secondo l’usanza tipica: il 38% di chi festeggia ha decorato la casa in modo tradizionale, con la zucca intagliata ed i festoni a tema. Ma c’è anche qualche adulto – soprattutto nella fascia dei ventenni – che si maschererà per l’occasione (il 17%) mentre il 40% preferisce al costume un accessorio a tema: trucco, denti da vampiro, etc…

Ma negli Usa e in Canada, la ricorrenza di Halloween è legata soprattutto alla tradizione del ‘Dolcetto o scherzetto’, ovvero della richiesta di dolci ‘porta a porta’ da parte dei più piccoli, quasi sempre mascherati. L’usanza nordamericana piace anche ai  bambini italiani: quest’anno saranno circa 5 milioni a indossare il costume e bussare alle porte dei vicini chiedendo dolci, anche se spesso (soprattutto i più giovani) saranno accompagnati dai genitori o faranno il loro giro in un ambiente protetto, come l’interno del condominio. Se i bambini si preparano a chiedere dolci, gli adulti si sono già preparati a darglieli: il 15% degli italiani, che partecipi o no alla festa, infatti, comprerà caramelle e cioccolatini da distribuire.

Gli italiani e Halloween: vince l’aspetto ludico

A radicarsi nel nostro Paese, però, sono più le celebrazioni legate ad Halloween che la dimensione ‘spirituale’ della festa.  Tanto che solo un italiano su quattro (il 24%) ritiene di avere presente storia e origini della ricorrenza, mentre il 48% ammette di averne una conoscenza superficiale ed il 28% di non saperne proprio nulla. Il senso tradizionale di Halloween come momento per esorcizzare la morte – richiamato dai toni macabri/horror dell’immaginario della festa – passa decisamente per i nostri concittadini: per il 75% degli intervistati prevale infatti l’aspetto ludico della ricorrenza, veicolata soprattutto dai media e dalla pubblicità, mentre solo per un 12% rappresenta un momento per scacciare la paura della morte, soprattutto per i più piccoli. Un risultato che è probabilmente influenzato dalla tradizione cristiana, che sposta la celebrazione degli estinti al 2 novembre.

Roma 31 ottobre 2016

DOMANDA (a tutti): Il prossimo 31 ottobre è la notte di Halloween: pensa di svolgere qualche attività legata a questa ricorrenza? SCOMPOSIZIONE PER AREE GEOGRAFICHE E FASCE D’ETA’

Età                                                     

 

18-24

25-44

45-64

64 e +

44

20

10

5

no

40

60

75

85

non so, deciderò all’ultimo momento

16

20

15

10

 

Zona                                                                                              

 

Nord

Centro

Sud-Isole

15

18

15

no

70

66

70

non so, deciderò all’ultimo momento

15

16

15

 

Ampiezza demografica del comune di residenza   

 

fino a 10.000 abitanti   

10.000-100.000

+ 100.000

10

15

10

no

68

65

75

non so, deciderò all’ultimo momento

22

15

15

 

 

Tipo di nucleo familiare                 

 

con figli

senza figli

15

9

no

68

78

non so, deciderò all’ultimo momento

17

13

 

 

DOMANDA (solo a chi celebrerà): dove festeggerà principalmente?

 

% rispondenti

A casa (mia o di amici)

51%

In un locale che offre una serata a tema

32%

all’aperto (parco giochi, manifestazioni, passeggiate, etc…)

12%

In altro luogo che offre attività ludico-didattiche (musei, scuole, etc..)

5%

 

DOMANDA (solo a chi celebrerà):  Quali di queste tradizioni legate ad Halloween pensa di rispettare?

 

% rispondenti

Decorerò la casa in modo tradizionale

38%

Farò mascherare i miei figli

29%

I miei figli parteciperanno alla richiesta di dolci porta a porta

26%

Mi maschererò

17%

Non mi machererò ma adotterò qualche accessorio a tema

40%

 

DOMANDA (a tutti) Lei conosce la storia e le origini della festa di Halloween?

 

% rispondenti

24%

Solo parzialmente

48%

No

28%

 

DOMANDA (a tutti) Secondo lei Halloween, in Italia, mantiene ancora il suo senso originario?

 

% rispondenti

no, ha prevalso l’aspetto ludico

75%

è un momento per esorcizzare la morte, soprattutto per i più piccoli

12%

No

13%

 

NOTA METODOLOGICA

Tema del sondaggio: Halloween Soggetto realizzatore: SWG Spa Committente e acquirente: Confesercenti Nazionale Data di esecuzione:26-28 ottobre 2016 Metodologia di rilevazione:sondaggio online CAWI su un campione casuale probabilistico stratificato e di tipo panel ruotato di 1300 soggetti maggiorenni,  distribuito su tutto il territorio nazionale. Il campione intervistato online è estratto dal panel proprietario SWG. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza.

Margine d’errore massimo: ±  2,9%

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email