Istat, ancora giù occupazione grandi imprese ad aprile

Cala dell’1% su base annua, al lordo dei dipendenti in cig

Non si ferma l’emorragia di posti di lavoro nelle grandi imprese, ovvero nelle aziende con almeno 500 dipendenti. L’Istat rileva infatti nuovi cali per il mese di aprile: l’occupazione al lordo dei lavoratori in cassa integrazione segna una flessione dello 0,1% rispetto a marzo (crescita zero al netto della cig), mentre diminuisce dell’1,0% su base annua (-0,6% non considerando la cassa).

Al netto degli effetti di calendario, il numero di ore lavorate per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig) diminuisce, rispetto ad aprile 2013, dell’1,8%. L’incidenza delle ore di cassa integrazione guadagni utilizzate è pari a 29,2 ore ogni mille ore lavorate, in diminuzione di 4,8 ore ogni mille rispetto ad aprile 2013.

Ad aprile la retribuzione lorda per ora lavorata (dati destagionalizzati) registra una diminuzione dell’1% rispetto al mese precedente. In termini tendenziali l’indice grezzo diminuisce dello 0,6%.

Rispetto ad aprile 2013 la retribuzione lorda e il costo del lavoro per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig) diminuiscono dell’1,6%.Considerando la sola componente continuativa, la retribuzione lorda per dipendente aumenta, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, dello 0,8%.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email