Istat: “Possibile maggiore impatto Qe su economia Eurozona”

“Potrebbe essere più grande di quanto stimato”

bce

“L’impatto reale del Quantitative easing della Bce sull’economia dell’Eurozona potrebbe essere più grande di quanto stimato”. E’ quanto precisato nell’Eurozone economic outlook diffuso dall’Istat e dagli istituti di statistica tedesco Ifo e francese Insee. Secondo i tre istituti, nei primi tre trimestri del 2015, il Pil dell’Eurozona crescerà dello 0,4%. “Un ulteriore deprezzamento dell’euro e il calo del prezzo del petrolio, potrebbero ulteriormente stimolare la domanda interna ed esterna, al pari – si legge nel rapporto – di un maggiore effetto reale del programma di acquisto di asset da parte della Bce”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email