fbpx

Lavoro, Confesercenti: “Segnali di recupero ma il lavoro indipendente perde ancora terreno”

Arrivano segnali di recupero sul fronte dell’occupazione ad ottobre, mentre i lavoratori indipendenti continuano a perdere terreno, con 9 mila occupati in meno in un mese e 132mila in un anno (2,6%).

Così l’Ufficio economico Confesercenti commenta le rilevazioni Istat su occupati e disoccupati.

Per il secondo mese consecutivo, si registra un incremento degli occupati totali: tra gennaio ed ottobre, infatti, sono aumentati di oltre 600mila unità. E’ in atto dunque una ripresa, anche se rispetto ai livelli pre-pandemia mancano ancora all’appello circa 200mila occupati e l’occupazione indipendente continua a soffrire in modo molto preoccupante: imprenditori, artigiani, professionisti e autonomi continuano a pagare gli effetti più pesanti della pandemia, con la quarta ondata che rischia di frenare la ripresa. Non bisogna abbassare la guardia, occorre continuare a sostenere le attività economiche del turismo, del commercio e dei servizi, per evitare il tracollo occupazionale ed economico del tessuto produttivo dei nostri territori.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email