Lavoro, Istat: “ Disoccupazione ferma al 12,1% a giugno”

Ma il tasso di disoccupazione giovanile sale al 39,1%. Persi 414mila occupati, tasso ai minimi dal 2000

La disoccupazione a giugno si ferma al 12,1%, con un piccolo passo indietro su maggio, in calo di 0,1 punti percentuali, anche se resta in aumento su base annua, con un rialzo di 1,2 punti. Questi i dati destagionalizzati e provvisori resi pubblici dall’Istat: con giugno la disoccupazione varca la soglia del 12% per la terza volta consecutiva. Sale al 39,1%, invece, rileva l’Istat, il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) in crescita di 0,8 punti percentuali su maggio e di 4,6 punti su base annua, aggiungendo che tra gli under 25 ci sono 642 mila ragazzi alla ricerca di un lavoro.
A giugno gli occupati diminuiscono dello 0,1% rispetto a maggio, con 21 mila persone in meno a lavoro, e dell’1,8% su base annua, con 414 mila occupati in meno: il tasso di occupazione, pari al 55,8%, risulta, guardando alle serie trimestrali, al minimo dal terzo trimestre del 2000.


Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email