Licata, la solidarietà di Confesercenti Sicilia al sindaco Angelo Cambiano dopo l’attentato intimidatorio

Messina e Giudice: “La battaglia contro illegalità è di fondamentale importanza in questa terra, il sindaco non è solo”

comune-di-licata-municipio-670x444“La vicinanza al sindaco di Licata, manifestata dallo Stato attraverso il ministro dell’Interno, il prefetto di Agrigento, diversi sindaci della provincia e dalle massime autorità locali, rappresenta un segnale importante per ribadire che Angelo Cambiano non è lasciato solo a difendere l’avamposto della legalità nel suo comune”. Con queste parole il presidente di Confesercenti Sicilia d’Area Centro Meridionale Vittorio Messina e il direttore Massimo Giudice commentano il grave attentato intimidatorio che ha avuto come bersaglio il primo cittadino licatese.

“La battaglia per contrastare l’illegalità, in ogni sua forma, portata avanti con coraggio da Cambiano da tanti amministratori locali – continuano Messina e Giudice – è di fondamentale importanza per una terra che vuole uscire dal sottosviluppo e da quei condizionamenti criminali che spesso alterano le regole del mercato per chi vuole portare avanti un’intrapresa economica nel nostro territorio. Fare rispettare la legge nel campo dell’abusivismo edilizio restituisce dignità a chi la rispetta senza che si possa sentire penalizzato, salvaguarda gli equilibri dell’organizzazione degli spazi urbani, trasmette un messaggio positivo a chi guarda alla nostra meravigliosa provincia con grande interesse sia per visitarla che per realizzare investimenti”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email