Modena, giovedì 12 maggio concerto di musica classica nel centro storico

L’Istituto Musicale “O. Vecchi & A. Tonelli” porta la ‘classica’ in aperitivo in Largo San Giorgio.

programma_classicaAll’ombra del palazzo Ducale, le arie ‘classiche’ di Molter, Handel, Telemann, Grovles… eseguite dagli studenti del noto istituto Musicale ‘O. Vecchi & A. Tonelli’. Un suggestivo connubio di eccellenze modenesi – il palazzo e la musica – all’ora del tramonto, quello in programma giovedì 12 maggio 2016 in largo San Giorgio, in occasione dell’aperitivo serale.

Quattro allieve, frequentanti l’ultimo anno dell’ist, Superiore di Studi Musicali, si esibiranno a partire dalle ore 19.00 presso il dehors estivo della pasticceria Remondini. Il quartetto, di flauti, è composto da: Clarissa Montecchi  (flauto), Cristina Pati (flauto e flauto in sol), Giulia Sala (flauto) e Alice Stefani  (flauto e flauto basso).

La loro abilità sarà declinata in un concerto della durata di circa un’ora e mezza sulle note di: J. M. Molter (dal Concerto N. 3 Allegro); G. P. Telemann (La Caccia pastorale vivace); G. F. Handel (The arrival of the quenn of Sheeba); M. Berthomieu (Arcadie, Bergers La Syrinx magique, Dryades); A. Tcherpnin (Quartet Op. 60, In the Church, Parents hope for children, In the kitchen); G. Grovles (Petites litanies de Jesus); H. Arlen (Over the rainbow); P. van Steen (3 Tanghi).

“L’idea è quella di voler offrire un momento di aggregazione originale, durante l’aperitivo della sera, attraverso la musica in questo caso classica. Sfruttando quella che è una peculiarità unica di quest’area particolare del centro storico di Modena, ovvero l’acustica. Visti anche i buoni risultati conseguiti in precedenti occasioni. Inoltre ci è sembrato il modo per valorizzare al meglio quella che è a tutti gli effetti un’eccellenza della città: la scuola musicale e quindi gli allievi che la frequentano”, afferma Mauro Rossi, patron di Remondini.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email