Manovra: Confesercenti, su Direttiva Servizi importanti passi avanti. Ora gestire il dopo Bolkestein

Dopo dieci anni di incertezza, il commercio su aree pubbliche e le edicole di giornali sono fuori dalla direttiva servizi

Sul fronte della Bolkestein si sono registrati importanti passi in avanti. Diamo atto al Governo di aver mantenuto la parola data: il commercio su aree pubbliche e le edicole di giornali sono fuori dalla direttiva servizi, dopo dieci anni di incertezza. Positivo anche il giudizio per la proroga per gli stabilimenti balneari, anche se sarebbe opportuno arrivare all’esclusione anche di questo settore.

Così Confesercenti commenta gli interventi sulla Direttiva Servizi, la cosiddetta Bolkestein, contenuti nella manovra.

Non essere più intrappolati nelle maglie della Bolkestein permetterà alle imprese di recuperare certezza. Ora però dobbiamo prepararci per il dopo, definendo procedure chiare per gestire l’uscita dei settori dalla direttiva. Una transizione da attuare nel rispetto dei diritti di tutti, in particolare nel commercio su aree pubbliche: le priorità sono evitare caos burocratici e mettere in sicurezza i progressi dei comuni già andati avanti nel rinnovo dei bandi.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email