Mantova, il Mercato Europeo torna in piazza con tante specialità

Da giovedì 6 aprile in tavola sapori e colori da tanti Paesi riuniti in piazza Virgiliana

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da oggi in tavola sapori e colori da tanti Paesi . Un’ occasione per assaggiare prodotti tipici diversi ma, naturalmente, anche tante specialità italiane. L’ occasione la offre il Mercato Europeo di Mantova che grazie a Confesercenti torna anche quest’ anno in Piazza Virgiliana.

L’ appuntamento è in programma da oggi sino a domenica e gode del patrocinio del Comune di Mantova e di East Lombardy – Regione Europea della Gastronomia 2017. Per il terzo anno consecutivo il Mercato Europeo consentirà ai visitatori di scegliere il proprio menu tra gli stand che saranno aperti dalle 10 alle 22.

«Un appuntamento – come sottolineano gli organizzatori – che nelle precedenti edizioni è stato particolarmente apprezzato e vissuto dai mantovani». Per quattro giorni, infatti, saranno protagonisti i sapori e i profumi dei prodotti tipici provenienti dai paesi europei, con più di cinquanta espositori. In primis, stand gastronomici dove assaggiare le specialità tipiche più varie e originali street food tradizionali provenienti da quindici paesi europei, oltre a qualche incursione extra-Europa.

Inoltre, drink, assaggi e specialità da acquistare e portare a casa. «Al Mercato Europeo – aggiungono gli organizzatori – si troveranno, tra gli altri, la paella spagnola, i piatti tradizionali della cucina greca, würstel, speck, strudel. Ma anche la torta sacher dall’ Austria, il galletto olandese, i dolci tipici ungheresi e belgi. E ancora brezen, grill polacco, biscotti francesi, caramelle tedesche, birre irlandesi, scozzesi e ceche».

Insomma una proposta ricchissima per soddisfare le curiosità dei visitatori. Ci saranno, poi, stand gastronomici con piatti dal mondo, tra cui Messico e Argentina. Ricca, naturalmente, anche la rappresentanza italiana con specialità liguri, dolci siciliani, salumi e formaggi da Toscana e Basilicata, liquirizia calabra, pasticceria napoletana tanto per citarne alcune.

Ma non solo il cibo sarà protagonista: il visitatore troverà infatti oggetti di artigianato, come tessuti, accessori in pelle e oggetti in legno realizzati secondo la tradizione dei paesi di provenienza. Ma anche vetro di Murano, artigianato ungherese e siriano, cosmetici naturali francesi, pelli di renna e oggetti d’ artigianato finlandese.

Articolo tratto da la “Gazzetta di Mantova” del 06-04-2017

Leggi le altre notizie Dal territorio

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email