Milleproroghe: via libera del Senato alla fiducia, è legge

Confermato per altri tre anni lo stato di emergenza per Genova, in tema di energia, per microimprese e utenti domestici mercato tutelato fino a gennaio 2022

L’aula del Senato ha dato il via libera alla fiducia posta dal governo sul dl Milleproroghe, con 154 voti favorevoli e 96 contrari. Il provvedimento, già approvato alla Camera, è legge.

I 44 articoli spaziano dall’iter di revoca delle concessioni autostradali al prolungamento dell’età lavorativa dei medici, passando dalle regole per “guidare” i monopattini e dall’introduzione dell’Rc familiare.

Entriamo nel dettaglio di alcuni articoli:

PONTE MORANDI: oltre che per la questione autostrade, il Milleproroghe si occupa del crollo del Ponte Morandi confermando per altri tre anni per lo stato di emergenza per Genova.

ENERGIA: il mercato tutelato per le imprese terminerà nel 2020, mentre per le microimprese e gli utenti domestici resta fino a gennaio 2022.

AZIENDE IN CRISI: Prorogata la Cassa integrazione straordinaria per i lavoratori ex Ilva, con uno stanziamento di 19 milioni nel 2020. Per i dipendenti dei call center in crisi è prevista un’integrazione delle indennità, per una spesa di 20 milioni nel 2020. Prevista anche la Cigs per un anno per le imprese che si trovano nelle aree di crisi industriale in Campania e Veneto, e mobilità in deroga per le aree Venezia-Porto Marghera e altre della Campania.

AUTOSTRADE: l’articolo 35 stabilisce che, nel caso in cui si decida di dire addio ai gestori, le tratte passino all’Anas. Non solo, il Milleproroghe rende lo Stato economicamente meno esposto: secondo alcune stime, in caso di divorzio, il “rimborso” che spetterebbe ad Autostrade scenderebbe da 23 miliardi (sulla base della convenzione) a 7 miliardi di euro. Sempre in tema di autostrade, il decreto prevede lo slittamento da gennaio fino (al massimo) al 31 luglio dell’aumento dei pedaggi.

BONUS VERDE: esteso a tutto il 2020 la detrazione al 36% per le spese di riqualificazione di giardini e terrazzi.

AUTHORITY: Slitta il rinnovo dei vertici di Agcom e del Garante della Privacy. Gli attuali restano in carica fino al 31 marzo.

PRECARI: riaperti i termini per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione, che avranno tempo fino a dicembre 2020 per maturare tre anni di servizio anche non continuativi (negli ultimi otto) per l’assunzione a tempo indeterminato.

MEDICI: i medici specialisti potranno restare al lavoro dopo il quarantesimo anno di servizio, ma non oltre l’età di 70 anni.

AUTO GREEN: ministretta sull’ecobonus, l’incentivo scatta per l’acquisto di auto ancora meno inquinanti di quanto previsto adesso.

RC FAMILIARE: per assicurare i mezzi è possibile “approfittare” della classe di merito del familiare più virtuoso, però c’è il rischio di perdere 5 classi di merito (invece di 2) se, dopo aver beneficiato del bonus, si causa un incidente con danni superiori a 5 mila euro.

BOLLO: torna nelle casse delle Regioni l’intero gettito del bollo auto. Dal 2008, invece, in parte andavano allo Stato.

TRIVELLE: passa da 18 a 24 mesi (quindi fino a febbraio 2021) la sospensione dei permessi per la ricerca di idrocarburi.

MONOPATTINI: i monopattini elettrici potranno essere guidati dall’età di quattordici anni e solo sulle strade urbane con limite di velocità a 50 chilometri orari. I minorenni dovranno indossare il casco. Dal tramonto, obbligatorio abbigliamento retroriflettente.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email