Multe a raffica al semaforo di Montesilvano, Confesercenti: “Basta terrorismo, è un favore ai centri commerciali”

L’intervento del direttore provinciale di Confesercenti Pescara Gianni Taucci

.

Montesilvano. Semaforo e multe, Confesercenti: “Basta terrorismo, e’ un favore ai centri commerciali”«Il terrorismo che si è scatenato attorno alla vicenda del semaforo e delle 10mila multe è indegno di una città che aspira a consolidare il suo ruolo di polo commerciale e turistico. È solo un grande favore alla grande distribuzione, che sta gongolando per un favore chissà se inatteso»- afferma Gianni Taucci, direttore provinciale di Confesercenti Pescara, intervenendo a nome di commercianti, artigiani e operatori turistici sulla vicenda del semaforo lungo la Nazionale Adriatica di Montesilvano.

«Combattere i furbetti dell’automobile è un dovere dell’Amministrazione, ma fare cassa e terrorizzare i cittadini mina alle fondamenta la fiducia verso le istituzioni – sottolinea Taucci – per questo chiediamo innanzitutto quali sono i rapporti fra Comune e ditta realizzatrice: vogliamo sapere se il guadagno della ditta è legato o meno anche al numero di contravvenzioni. Ma nessuno pensi di trasformare il centro di Montesilvano in una fortino da difendere: l’unica strada per aiutare l’economia montesilvanese è incentivare l’afflusso di consumatori e turisti, mentre in queste ore è stato lanciato il messaggio che è meglio non avvicinarsi alla città. Il Comune faccia retromarcia e spieghi ai cittadini il senso di questa operazione».

Altre notizie dal Territorio

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email