Orto botanico, Confesercenti Padova: “Una delle eccellenze padovane che può aiutare il tessuto economico della città”

“La promozione dell’Orto Botanico all’interno dell’Expo 2015 sarà un’occasione da non perdere per le piccole imprese padovane, dichiara Nicola Rossi.
Anticipando l’ampliamento dell’attuale orto botanico  possiamo già far venire la voglia di visitarlo ai tantissimi turisti che arrivano a Padova e che attualmente non sono posti nelle condizioni di apprezzare il nostro patrimonio artistico, architettonico culturale. Troppo spesso, continua Rossi, non siamo in grado di fare apprezzare ai visitatori della nostra città tutto quello che abbiamo, invitandoli o ad allungare il loro soggiorno o a ritornare per completare la visita. Il grande tema di caratterizzare Padova come la città di Giotto, o la capitale della cultura medioevale  sembra diventare stretto, sia rispetto a quanto abbiamo sia rispetto alle nuove esigenze del turista. Occorre che Padova si caratterizzi semplicemente come città dell’arte e della cultura per far si che dalla Cappella degli Scrovegni, alla Specola, passando per il Duomo ed il Battistero, le vie storiche di San Francesco e del Santo, Santa Giustina, la Loggia Cornaro senza dimenticare il patrimonio dell’Università con l’aula anatomica, la cattedra di Galileo, e tantissimo altro, diventino patrimonio di conoscenza e di vanto per tutti i padovani. In questa direzione forte può essere il contributo degli imprenditori che operano nel centro della città se coinvolti in modo tempestivo con qualità di informazione ed opportunità di accoglienza. Anche su questo la Confesercenti è pronta a dare il proprio contributo e sarà opportuno che i gestori dell’orto botanico sappiano coinvolgerci al massimo nella promozione di questo patrimonio mondiale, non a caso riconosciuto dall’UNESCO”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email