P.A., Delrio: “Il grosso pagamenti imprese a inizio 2015”

E sulla Tasi: ‘Contrario a proroga ma decide Parlamento’

“E’ presumibile pensare che con i nuovi meccanismi la gran mole del debito verrà pagata entro i primi tre mesi del 2015”. Lo rivela il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio sul Corriere della Sera, riferendosi al pagamento dei debiti della pubblica amministrazione alle imprese.
Sui debiti residui della P.A. pagabili quest’anno, precisa: “E’ azzardato fare una previsione. C’e’ la disponibilità a pagare tutto quello che arriva, sicuramente quanto fatto finora permette di non accumulare ulteriori debiti. Può darsi che tutti i residui passati non verranno evasi (97 miliardi, stima Bankitalia, e’ credibile) quest’anno”.
Mentre sulla Tasi Delrio commenta così:”So che in Parlamento stanno discutendo di una proroga della Tasi e decideranno loro. L’opinione del governo è che è una legge vigente e che gli italiani hanno bisogno di tutto tranne che di cambiare regole. Si rivelerà più leggera e meno complicata dei precedenti regimi. Una certezza avendo messo un miliardo di euro sul sistema-casa: si pagherà meno dell’Imu”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email