Padova: Rossi soddisfatto dell’annullamento della manifestazione in centro

Rossi: “Serve regolamentazione ed una programmazione di questi eventi”

Siamo soddisfatti, dichiara il Presidente Confesercenti Nicola Rossi, dello spostamento a data da destinarsi della manifestazione prevista in centro a Padova, sabato, dal gruppo della Lega. 

Ogni volta che ci sono queste manifestazioni in centro, i commercianti ci rimettono il 40-50 per cento e a volte si arriva fino al 70 per cento degli incassi della giornata.  Il diritto a manifestare deve essere assolutamente rispettato, ma non è accettabile che i disagi ricadano sempre e soltanto sui commercianti. Lo ribadiamo, a scontare i disagi maggiori sono proprio i commercianti, a cui viene impedito, di fatto, di lavorare: un prezzo altissimo da pagare in un momento come questo, che sembra spesso essere sottovalutato.

Serve regolamentazione ed una programmazione di questi eventi, propone il Presidente Rossi. Un calendario di quei cortei che possono essere programmati con largo anticipo,  come il Primo Maggio o il Gay Pride in giugno per citarne due.

Per un commerciante è fondamentale potersi organizzare, continua Rossi, soprattutto in questo periodo in cui la situazione economica è ancora difficile.

Ecco perché crediamo necessario mettersi attorno a un tavolo e ragionare.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email