Pensioni, Boeri: “Pronte buste arancioni, inviate a 7 milioni di italiani nel 2016”

Il presidente Inps: “Intervento per flessibilità in uscita con legge di Stabilità 2017 andrebbe bene”

boeri-inps

Finalmente le buste arancioni arriveranno a casa degli italiani“. Così il presidente Inps, Tito Boeri, annunciando che le lettere con la previsione della pensione futura “verranno inviate a 7 milioni di lavoratori nel 2016”. “Si tratta di un progetto realizzato in collaborazione con Agid, ha spiegato, che permetterà di raggiungere chi non è digitalizzato invitando queste stesse persone a munirsi di spid, il pin unico per accedere ai servizi on line”.

“L’intervento sul sistema pensionistico per introdurre la flessibilità in uscita andrebbe fatto adesso e se si facesse con la legge di Stabilità per il 2017, andrebbe certamente bene” – ha aggiunto Boeri a margine della presentazione dell’iniziativa ‘Cittadino digitale’. Il presidente ha, inoltre detto che invece “non andrebbe bene intervenire tra tre anni”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email