PNRR: Confesercenti, spinta senza precedenti ad economia, ma è necessario puntare su PMI

Servono agenzie per facilitare la nascita di nuove imprese e la ripresa del turismo

“Il Pnrr offrirà una spinta senza precedenti all’economia italiana, che sarà strutturale se si punterà con forza sulle piccole e medie imprese, che costituiscono il 90% del tessuto imprenditoriale italiano e sono un generatore di ricchezza e occupazione sui territori. Per la ripresa non bastano gli investimenti nelle infrastrutture, servono riforme per la modernizzazione del nostro paese”.

Così Mauro Bussoni, Segretario Generale Confesercenti, in occasione dell’insediamento del Tavolo permanente di partenariato promosso dal Presidente del Consiglio Mario Draghi per la gestione del Pnrr e coordinato dal Presidente del Cnel Tiziano Treu.

“Confesercenti è pronta a dare il suo contributo con l’obiettivo di risolvere vecchi e nuovi problemi del sistema Italia. Fra questi, senza dubbio, il crollo della natalità delle imprese: dall’inizio della pandemia sono sparite oltre 100mila nuove attività. Un “buco” nel tessuto imprenditoriale che non mancherà di far sentire i suoi effetti. Per questo, proponiamo al Governo – e ci rendiamo disponibili a partecipare con nostri capitali – la creazione di un’agenzia per il sostegno delle imprese diffuse. Una collaborazione Pubblico-Associazioni di imprese con un obiettivo ambizioso: ridare forza ed energia alla cultura di impresa, per creare nuove attività, moderne, efficienti e capaci di generare ricchezza e lavoro. Ma serve anche un piano poderoso per il rilancio strutturale del turismo: la crisi pandemica, anche nella fase di ripresa, sta travolgendo centinaia di migliaia di imprese del settore, che sono prevalentemente imprese piccole; vanno accompagnate in un consolidamento patrimoniale e in un percorso di miglioramento della produttività, anche e soprattutto attraverso la formazione del personale”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email