Quirinale, Mattarella: “Scongiurare crisi intacchi patto sociale”

MATTARELLA-1“Devo essere e sarò arbitro garante e imparziale, giocatori mi aiutino”“Quelli economici sono punti di un’agenda esigente, su cui viene misurata la distanza tra istituzioni e popolo. Dobbiamo scongiurare il rischio che la crisi intacchi il patto sociale sancito dalla Costituzione”. Lo ha detto il presidente eletto della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso di giuramento in Aula Montecitorio. Al suo arrivo è stato accolto da un lungo applauso.

“Avverto pienamente la responsabilità del compito che mi è stato affidato”. E’ questo uno dei primi passaggi del messaggio alle Camere del nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “L’unità rischia di essere difficile, fragile e lontana, l’ impegno di tutti è a superare le difficoltà degli italiani. La lunga crisi ha inferto ferite e prodotto emarginazione e solitudine, tante difficoltà hanno colpito occupazione e creato esclusione” ha sottolineato il neo capo dello Stato. “L’urgenza delle riforme istituzionali ed economiche deriva dal dovere di dare risposte efficaci alla comunità”.

“L’arbitro deve essere – e sarà – imparziale”. Sergio Mattarella ricorda che “nel linguaggio corrente si è soliti tradurre il compito del capo dello Stato nel ruolo di un arbitro, del garante della Costituzione. E’ una immagine efficace. All’arbitro compete la puntuale applicazione delle regole. I giocatori lo aiutino con la loro correttezza. Il Presidente della Repubblica è garante della Costituzione. La garanzia più forte della nostra Costituzione consiste, peraltro, nella sua applicazione. Nel viverla giorno per giorno”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email