Renzi: “Ritardi sulle riforme condannerebbero l’Italia ad un lento declino”

Dalla Turchia il Premier rilancia: se cambiamo le cose i nostri figli saranno orgogliosi di noi

“I politici debbono avere il coraggio di fare le riforme, soprattutto in Italia dove e’ necessario cambiare”. Matteo Renzi, parlando al Forum economico italo-turco, rilancia il mantra di Palazzo Chigi, in una giornata particolare, segnata dallo sciopero generale. Renzi indica soprattutto in Pubblica Amministrazione, fisco e giustizia gli ambiti principali di riforma e torna a ricordare che “se cambiamo le cose davvero i nostri figli saranno orgogliosi di noi”.

“Una sola cosa dobbiamo fare insieme: avere il coraggio di essere orgogliosi del nostro passato ma anche di voler bene al futuro del nostro Paese”, e’ l’esortazione che dalla Turchia arriva dal presidente del Consiglio. I toni sono abbastanza soft, ma determinati nella sostanza: “Dobbiamo avere il coraggio di cambiare. Non possiamo far finta e pensare che mettendo la polvere sotto il tappeto le cose possano cambiare”, anche perche’ “ritardare le riforme vuol dire condannare l’Italia a un lento declino”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email