Roma, l’8 aprile albergatori in piazza contro l’aumento al contributo di soggiorno

Crispino (Assohotel Roma): “Basta essere il bancomat del Comune”. Brocchi (Turismo Confesercenti): “E’ una tassa in più per gli italiani”

Martedì mattina, 8 Aprile in Piazza Santi Apostoli ci sarà anche Assohotel Confesercenti per dire no all’aumento del contributo di soggiorno.

Una scelta sbagliata per il turismo e una scelta che aggrava la situazione degli operatori di settore romani. Anna Crispino Presidente Assohotel di Roma e provincia dichiara: “basta essere il bancomat del Comune, adesso cominceremo a disubbidire e se non ci ascolteranno smetteremo di versare anche quella che già riscuotiamo. Inoltre i soldi fino ad ora versati sono finiti nel buco di bilancio e non sono stati utilizzati per i servizi al turista come da molto tempo richiediamo”.

Daniele Brocchi Coordinatore turismo Confesercenti rincara la dose: “è una tassa vera e propria per gli italiani che fanno almeno il 35, 40 % di presenze altro che per gli stranieri”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email