Roma Capitale non rimborsa le spese per l’istruzione. Centinaia di librerie e cartolibrerie romane a rischio chiusura

Le Associazioni del librai e cartolibrari invitano alla conferenza stampa il 9 febbraio 2016 alle ore 11.30 presso la sede Confesercenti in Via Messina n.° 19

libreria2

 

Le Associazioni del librai e cartolibrari invitano

alla conferenza stampa indetta per il

9 febbraio 2016 alle ore 11.30 presso la sede Confesercenti in Via Messina n.° 19

Anche quest’anno, come ormai tristemente noto, ad ormai 4 mesi dalla riapertura delle attività scolastiche, Roma Capitale non si dimostra all’altezza delle sue dichiarazioni d’intenti e dei Protocolli sottoscritti.
Gli esercenti, librai che, con propria personale esposizione, non solo finanziaria, hanno assicurato la fornitura dei testi scolastici alle famiglie in coincidenza con la richiesta, non hanno ancora ottenuto il rimborso delle fatture emesse. Caos organizzativo, parcellizzazione del procedimento , interlocutori autoreferenziali, ritardi, approssimazione, indisponibilità delle figure decisionali. Tutto questo in cambio di un “servizio sociale” reso con responsabilità e che qualifica i livelli delle prestazioni sociali costituzionalmente garantiti. Le fatture giacciono presso le varie UU.OO di Ragioneria in attesa del riconoscimento di un credito per di più penalizzato dall’applicazione dei prezzi unitari (pro buonolibro) parametrati all’anno scolastico 13/14 e dall’obbligatorietà di uno sconto dello 0.50%.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email