Spending Review, Cottarelli: per il 2015 previsti 8 miliardi di tagli, da ridurre le partecipate

L’ex Commissario alla revisione di spesa: bene Governo su conferma obiettivi di deficit

I tagli alla spesa della pubblica amministrazione per il 2015 “sono nell’ordine di 12 miliardi lordi, che al netto di alcuni aumenti di spese si attestano a 8 miliardi, il che equivale a mezzo punto di Pil, che non e’ poco”. Lo ha affermato l’ex commissario alla spending review, oggi direttore esecutivo del Fmi, Carlo Cottarelli intervistato da ‘Radio Anch’Io’, che ha invitato l’esecutivo a razionalizzare il settore delle partecipate. “Ce ne sono alcune che non hanno personale ma solo cda, non farebbe troppo male chiuderle”, ha osservato Cottarelli, “sarebbe utile ridurne il numero per semplificare il sistema”. Cottarelli promuove anche la reazione del Governo alla sentenza della consulta sulle pensioni: “il Governo ha confermato gli  obiettivi di deficit, credo sia stata la cosa giusta da fare – spiega – sebbene nella spesa italiana per pensioni ci siano voci che altrove  sono classificate come assistenza, e che valgono il 2% del Pil,  l’Italia presenta il livello forse più elevato fra i paesi avanzati in spesa pensionistica. Alla luce della sentenza della Consulta – ha  concluso – occorrerebbe fare un provvedimento ben disegnato per  evitare iniziative legali”.

 

 

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email