Torino, Confesercenti: “Dehors, dal Comune nessuna apertura, il 18 marzo gli operatori in piazza”

Banchieri: “Come per la ztl, disponibilità solo di facciata”

“Nessun chiarimento e nessuna apertura da parte del Comune: le nostre preoccupazioni, se possibile, aumentano”. Così Giancarlo Banchieri, presidente della Confesercenti, commenta l’esito della commissione comunale sui déhors riunitasi questa mattina. “Né il vicesindaco Montanari, né l’assessore Sacco – dice Banchieri – hanno dato una risposta minimamente convincente alle nostre obiezioni e hanno riconfermato la linea dell’amministrazione: una linea che  – va ribadito con chiarezza – porta all’abbattimento di almeno 140 strutture in centro e all’aumento dei costi fra il 35% e il 50% per altre mille strutture. Davvero risulta sempre più incomprensibile un atteggiamento di questo genere che, oltre a penalizzare le imprese, danneggerà le stesse casse comunali. Prendiamo atto che, come per la Ztl, anche su questo tema la disponibilità dell’amministrazione è soltanto di facciata. Sappia l’amministrazione che troverà risposte adeguate, la prima delle quali sarà la manifestazione indetta per il prossimo 18 marzo: fra Ztl lunga e regole assurde sui déhors, la misura è colma ed è venuto il momento di dire basta”.

 

Condividi