Alleggerimento fiscale su tredicesime, Confesercenti: auspichiamo ipotesi diventi reale. Da qui a fine anno su lavoro dipendente 10 miliardi di tasse, un quarto del monte totale tredicesime

moneteeuro-anteprima-600x400-785308

No a aumento IVA, progettato spostamento di beni fra le aliquote non sia aumento mascherato

 

“Auspichiamo che le voci su un possibile alleggerimento delle tasse sulle tredicesime per dare fiato ai redditi delle famiglie ed ai consumi si traducano in realtà”. Così, in una nota, Confesercenti commenta le indiscrezioni su una possibile riduzione del fisco sulle tredicesime. “Sono anni che Confesercenti si batte per questo obietto, il cui raggiungimento, quest’anno, sarebbe ancora più importante visto l’arrivo di un vero e proprio diluvio fiscale per fine anno, con 187 adempimenti e quasi 100 miliardi di gettito previsto, di cui sicuramente almeno 10 miliardi a carico del lavoro dipendente, circa un quarto del monte totale delle tredicesime”.

“Del resto – continua Confesercenti – l’alleggerimento sarebbe un atto dovuto, in quanto con la proroga dei bilanci concessa ai comuni temiamo fortemente che molte addizionali saliranno con effetto retroattivo. Ribadiamo infine il nostro no ad aumenti dell’aliquota IVA, ma diffidiamo dallo spostamento di beni fra le aliquote, soprattutto di quelli al quattro per cento, in quanto equivarrebbe ad un aumento mascherato dell’imposta”.

Roma 16 settembre 2013

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email