Turismo: positiva intesa Confesercenti-Federconsumatori. Rebecchi, “più tutelati clienti e agenzie di viaggio”

assoviaggi-federconsumatori

Più tutele per i viaggiatori, chiarezza delle normative, impegno collettivo contro l’abusivismo e la scorrettezza professionale. Sono questi gli obiettivi sul turismo inseriti nel protocollo siglato questa mattina tra Confesercenti e Federconsumatori.

“Abbiamo collaborato con impegno ed entusiasmo alla preparazione e realizzazione di questo accordo – sottolinea il presidente di Assoviaggi-Confesercenti, Gianni Rebecchi – proprio perché nella parte relativa al turismo affronta le principali problematiche del settore con l’obiettivo di tutelare i consumatori che sono l’asset principale delle imprese e di aiutare le imprese a svolgere al meglio il loro ruolo”.

Nel protocollo siglato oggi le agenzie di viaggio Confesercenti si impegnano a sostituire il Fondo di Garanzia pubblico per la tutela dei clienti delle agenzie di viaggio in caso di fallimento o di insolvenza, con uno strumento assicurativo privato. Un sistema per tutelare la clientela e per permettere ai viaggiatori che hanno acquistato pacchetti turistici di partire tranquilli, senza la paura di sorprese e senza il rischio di perdere soldi: chi si servirà di una delle agenzie associate Assoviaggi Confesercenti, avrà la garanzia del rimborso di quanto pagato e del rientro in patria in caso di fallimento o insolvenza dell’agenzia stessa attraverso il fondo di garanzia associativo. La collaborazione tra Federconsumatori e Confesercenti per il “turismo amico” prevede anche l’istituzione di uno sportello antiabusivismo nazionale per contrastare il proliferare di viaggi organizzati da soggetti e associazioni non autorizzati, con l’obiettivo di offrire al consumatore la garanzia del massimo rispetto delle norme nazionali ed europee. Sul fronte dell’abusivismo e delle truffe poi Confesercenti e Federconsumatori lanceranno un’App, che dia la possibilità al consumatore di individuare e segnalare i siti sospetti. A completamento del pacchetto di interventi su questo settore, verrà creata anche una camera di conciliazione per dirimere le eventuali questioni sorte tra agenti di viaggio e consumatori sulla base di quanto previsto dal codice del turismo.

“Ci auguriamo – conclude Rebecchi – che i contenuti di questa intesa ci aiutino a sciogliere alcuni dei nodi che da tempo impediscono il rilancio di un settore fondamentale per la nostra economia”.

Roma, 25 maggio 2016

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email