“Ubi Jazz” torna con uno sguardo ai gusti dei giovani

Fino al 3 giugno un ricco programma di concerti nel Miranese, in Riviera e sulle Dolomiti

UBI JAZZDiciassette appuntamenti, più un laboratorio musicale e un momento enogastronomico, sempre con il sottofondo delle note jazz, da domani, con i Trio Bobo e concerti fino al 3 giugno prossimo. L’ edizione Ubi jazz 2017, pensato dal Circolo 1554 e da Confesercenti che quest’ anno guarda ai giovani con un programma appositamente pensato per loro. La ormai tradizionale rassegna musicale coinvolgerà le località del Miranese e della Riviera del Brenta, con un paio di eccezioni sulle pittoresche Dolomiti.

«Ci siamo accorti di quanto manchino i giovani ai nostri appuntamenti» spiega la pianista Caterina Marcuglia, tra gli organizzatori dell’ iniziativa e protagonista di un concerto il 5 aprile «Anche nelle ultime edizioni si sono esibiti ottimi musicisti ma scarseggiava pubblico, soprattutto quello formato dai giovani che hanno gusti tutti particolari in ambito musicale».

Non a caso, pure l’ edizione di quest’ anno è chiamata “Il bello aiuta a crescere”, proprio per invogliare i giovani ad appassionarsi alla musica. E a loro è stato pensato il debutto in programma domani alle 21 Scorzè; infatti al Teatro Elios suonerà il Trio Bobo, composto dalla sezione ritmica di Elio e le Storie Tese: Alessio Menconi alla chitarra, Nicola “Faso” Fasani al basso e Christian Meyer alla batteria. Il prezzo d’ ingresso sarà di 12 euro (ridotto 9), con tagliandi già in vendita sul circuito www.vivaticket.it oppure al “Ma Style&Classic” di Cercariolo 3 al “Centro Copie” di via Venezia 18, entrambi a Scorzè.

Non solo musica; sempre allo stesso Elios, il terzetto incontrerà i giovani dalle 17, dove si parlerà di musica, si risponderanno alle domande e gli artisti si racconteranno. Altra novità del 2017 è il laboratorio d’ insieme sul repertorio classico del jazz e dello swing. L’ obiettivo è creare l’ orchestra “Ubijazz Young band” ed è rivolta a chi ha un livello di conoscenza base già acquisito dello strumento e desiderasse fare musica su repertori moderni. In questo modo si vuole anche creare un momento di crescita artistico-culturale in collaborazione con il Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto.

L’ idea, sostenuta anche dalla Banca e dalla Fondazione Santo Stefano di Martellago, poggia su un percorso di quattro lezioni e il debutto della futura “Ubijazz Young band” si terrà il 6 aprile al Teatro di Mirano. L’ iniziativa è rivolta agli allievi dei licei musicali e delle scuole di musica, dei conservatori e suonatori in genere delle province di Venezia, Padova e Treviso. La quota di partecipazione alla rassegna è di 20 euro e le iscrizioni si raccolgono entro il 20 febbraio attraverso il sito www.eventbrite.it.

 

Tratto da “La Nuova di Venezia e Mestre”

Leggi le altre notizie Dal Territorio 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email