730 precompilato, scade oggi il termine per l’invio

Dichiarazioni dei redditi,  scade oggi il termine per la presentazione del modello al Fisco per l’invio del 730, tramite CAF oppure   – nella sua versione precompilata – attraverso l’applicazione web dell’Agenzia delle Entrate.

Una modalità 2.0 di interazione con il fisco attiva semplifica notevolmente la vita dei contribuenti. L’Agenzia mette infatti a disposizione dei cittadini iscritti ai suoi servizi online una dichiarazione dei redditi già parzialmente compilata con i dati già a disposizione del fisco, dalle spese sanitarie a quelle universitarie e funebri, ma anche premi assicurativi, contributi previdenziali, interventi di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica e altro ancora. Tutti dati modificabili dal contribuente, anche se chi accetta online il 730 presentato dall’Agenzia – o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta non sarà sottoposto –  a controlli sui documenti relativi alle spese riportate in dichiarazione.

La possibilità di dichiarare i redditi con un click è stata introdotta già nel 2015, ma la novità aveva faticato a prendere piede. Quest’anno, invece, l’operazione precompilata si è già dimostrata un vero successo. Dagli ultimi dati raccolti dall’Agenzia risultano infatti 2,1 milioni di modelli trasmessi in autonomia, ossia più di quelli inviati alla scadenza nel 2016. In particolare sono stati già trasmessi, senza passare dai Caf, ben due milioni di 730 e circa 100.000 modelli Redditi PF. A questi vanno sommati gli oltre 381.000 modelli che risultano salvati e pronti per il click finale. Per la presentazione del modello Redditi precompilato, peraltro c’è tempo fino al 2 ottobre. Chi accetta e invia il 730 precompilato senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta non sarà sottoposto a controllo formale sui documenti relativi alle spese riportate nella dichiarazione.

La procedura web di invio – a patto di possedere il Pin di accesso al sistema – è relativamente semplice. Chi ha qualche dubbio, però, può sfruttare i canali di assistenza dell’Agenzia, rinforzati per la giornata di oggi: il sito, ovviamente, per le domande frequenti e le informazioni generali; ma anche il numero di assistenza – 848.800.444 –  che è attivo fino alle ore 17, e lo sportello social su Facebook, che fornisce supporto di carattere generale ed è attivo fino alle 13.30.

In caso di errori su un modello già inviato, è comunque possibile rimediare: presentando un modello 730 integrativo attraverso un Caf o un professionista abilitato entro il 25 ottobre. Altrimenti è possibile correggere il 730 presentando il modello Redditi. E la scadenza in questo caso, scivola al 2 ottobre: ma se si dovesse presentare un reddito maggiore, sarà necessario pagare non solo la maggiore imposta, ma anche gli interessi e la sanzione.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email