Assolavaggisti, su vending machine e trasmissione telematica dei corrispettivi: necessario incontro e chiarimento

agenzia_entrateNei giorni scorsi,  con una nota a firma del Presidente Sperduto, Assolavaggisti ha chiesto al Direttore Centrale Accertamento Dott. Aldo Polito e al Dott. Mario Carmelo Piancaldini dell’Agenzia delle Entrate un incontro urgente sul tema “vending machine” e trasmissione telematica dei corrispettivi.
Nella missiva il Presidente Assolavaggisti ha espresso “la più viva preoccupazione per una serie di problematiche riferibili alle nuove misure in materia di trasmissione telematica delle operazioni IVA e controllo delle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tramite distributori automatici (“vending machine”), introdotte dal Decreto Legislativo n. 127 del 2015.”
Sperduto richiamando “l’articolo 2 del suddetto Decreto che introduce l’obbligo, dal 1° gennaio 2017, per tutti i soggetti passivi IVA che effettuano operazioni tramite distributori automatici dotati di memorizzazione elettronica, della trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi per tutte le cessioni di beni e prestazioni servizi effettuate mediante tali vending machine, ritiene che, anche a seguito della pubblicazione del Provvedimento Prot. n. 102807/2016 del 30 giugno 2016 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate in materia, non  siano stati chiariti i dubbi interpretativi su tale obbligo che ci riguarda direttamente e che già risiedevano dalla lettura del testo normativo.”
Per questi motivi, a nome degli autolavaggisti e dell’Associazione il Presidente ha fatto presente al Direttore dell’Agenzia “la necessità di un chiarimento e di un confronto” che  appare evidente alla luce di quanto appena definito.

Leggi qui le altre notizie Dalle Categorie —> https://www.confesercenti.it/blog/archivi/dalle-categorie/

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email