Fondo garanzia pacchetti turistici, Amalio Guerra: “Inconcepibile chiedere aumento per fondo che non è soggetto a nessun rendiconto”

lg_assov_sml

“E’ vergognoso che un comitato che gestisce soldi non suoi, seppur per una buona causa come compensare gli acquirenti di un pacchetto turistico, non sia soggetto a nessun rendiconto. Ma il Governo non chiede chiarezza su questa anomalia, anzi viene a drenare altre risorse da un sistema già sofferente”. Così, in una nota, il presidente di Assoviaggi-Confesercenti Amalio Guerra commenta l’ipotesi di aumento di prelievo dal 2% al 4% sul premio dell’assicurazione per la responsabilità civile delle agenzie di viaggio da destinare al Fondo nazionale di Garanzia per il consumatore di pacchetti turistici.“In ogni caso – continua Guerra – prima di chiedere alle agenzie di viaggio un ulteriore aumento, sarebbe opportuno far confluire nel Fondo lo stanziamento già assegnato di 3 milioni di euro (pari a circa 13 anni di contribuzione delle agenzie di viaggio), dimostrando alla Commissione Europea che i soldi ci sono, che altri arriveranno e che si interverrà ad una modifica dei meccanismi di funzionamento rendendoli meno farraginosi e più certi”.“A questo, inoltre – conclude il presidente di Assoviaggi – non giova lo spostamento del dipartimento del turismo all’interno del Ministero per i Beni Culturali, aggiungendo ulteriori ritardi al funzionamento del Fondo e mettendo a rischio la riassegnazione delle risorse a disposizione.”

Roma 27 giugno 2013

mare_e_colori

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email