Bologna: Confesercenti sostiene la raccolta firme contro nuovo outlet ai Prati di Caprara

“Si tratta di un progetto di forte impatto ambientale e con un notevole consumo aggiuntivo di suolo su un’area verde”

La Confesercenti di Bologna ha partecipato questa mattina alla riunione delle Commissioni Consiliari del Comune di Bologna “Affari Generali” e “Territorio e Ambiente” per sostenere la richiesta del Comitato “Rigenerazione no speculazione” perché arrivi in Consiglio Comunale la raccolta firme contro la realizzazione della “cittadella della moda” ai Prati di Caprara.

Si tratta di un progetto di forte impatto ambientale (oltre 40.000 mq di nuova grande distribuzione) e con un notevole consumo aggiuntivo di suolo su un’area verde, che avrebbe effetti estremamente negativi sui negozi della zona Saffi, ancora caratterizzata da una articolata rete di negozi di vicinato al servizio della comunità locale e peraltro già fortemente provata da una fortissima crisi economica e dei consumi.

Su questo progetto la Confesercenti di Bologna esprime forte contrarietà ed unisce la sua voce a quella degli operatori commerciali, dei cittadini della zona e del Comitato chiedendo all’Amministrazione Comunale di Bologna di non approvarlo.

Siamo a precisare che Confesercenti di Bologna valuta positivamente la possibilità che il Bologna Calcio possa riqualificare e innovare lo stadio Dall’Ara per renderlo funzionale alle nuove esigenze della Società e dei tifosi.

Le risorse necessarie per il nuovo Stadio non possono però essere ricercate attraverso operazioni immobiliari che prevedano altre strutture della grande distribuzione in una realtà territoriale già satura di ipermercati.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email