Bologna: il 13 dicembre si celebra la “Giornata mondiale del pane”

Domani presso Fico Eataly World,  Claudio Pirrone celebrerà l’evento insieme ai 33 panificatori selezionati in regione

Ci sarà anche un panificatore modenese di Assopanificatori-Confesercenti Modena domani, 13 dicembre a FICO Eataly World, a Bologna per celebrare il World Bread Day, – il Giorno Mondiale del Pane – in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione. E lo farà, nel segno di “Ti Voglio Pane”, la campagna di sensibilizzazione sulla cultura del pane fresco, ideata da Confesercenti e CNA, partita il 16 ottobre scorso. Con lui, altri 33 panificatori provenienti da tutta la regione che sveleranno i propri segreti, mostreranno tutta la loro abilità e proporranno ricette più tipiche del territorio di provenienza.

Il giorno mondiale del pane. Dal 1981 ogni anno il 16 ottobre si festeggia la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, organizzata dalla FAO. Dal 2006, è stato istituito nello stesso giorno il, una giornata per celebrare il pane al fine incoraggiare le persone al consumo e promuovere la cultura del pane fresco. In quella ricorrenza simbolica CNA e CONFESERCENTI dell’Emilia-Romagna hanno illustrato progetti e le azioni che hanno voluto mettere in campo per valorizzare la produzione del pane fresco e dei prodotti da forno, nell’ambito del progetto cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna “Il pane fa tendenza” – Azioni per la valorizzazione del pane e dei prodotti da forno artigianali della Regione Emilia Romagna” in attuazione della Legge Regionale n. 21/2017. All’iniziativa di domani – che vedrà la partecipazione di autorità regionali oltre che di rappresentanti delle associazioni, e del lavoro – dopo l’esposizione di opere panarie e dimostrazioni pratiche per il pubblico presente, seguirà la premiazione delle 34 imprese distintesi nel contest organizzato in occasione della Giornata del Pane (lo scorso 16 ottobre).

Il panificatore modenese. Tra gli operatori selezionati c’è anche il modenese Basilio Claudio Pirrone, titolare del forno “Dolci tentazioni” di Marano sul Panaro. La sua attività sita nel centro storico del paese, è a conduzione famigliare. Con lui collaborano la figlia ed altrui due dipendenti. Recentemente ristrutturato, è votato a produzioni di qualità e di recente ha iniziato la sperimentazione di pani realizzati con grani antichi, molto apprezzati tra i consumatori.

“Ci siamo posti di fronte ad un obiettivo ambizioso – fa sapere Assopanificatori Confesercenti Modena –  quello di portare le persone a riscoprire la sensazione del profumo del pane fresco. Cerchiamo di riportare alla quotidianità e non solo come “vecchi ricordi” le tradizioni e buone abitudini alimentari che fanno parte della nostra cultura e che non devono andare perse: parte importante di questo progetto sarà infatti dedicata alla progettazione di percorsi insieme alle scuole. L’appuntamento di domani ci permetterà, attraverso degustazioni e giocosi concorsi, di mostrare ad un pubblico numeroso il lavoro, l’arte e tutta la cura che sta dietro a quel pezzo di pane che nelle sue diverse forme è divenuto abitudine quotidiana in ogni tipo di cucina e di tradizione alimentare”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email