Borsellino, Venturi: “La sua determinazione nella lotta alle mafie sia da esempio per tutti”

“Un magistrato, una persona determinata che ha sacrificato la sua vita per affermare la legalità”. Così il Presidente di Confesercenti Marco Venturi, in ricordo delle strage di via D’Amelio che, 21 anni fa, uccise il giudice Paolo Borsellino e i cinque uomini della scorta. “Paolo Borsellino ha combattuto in modo coraggioso il cancro delle mafie, ed è stato tanto incisivo da indurre i criminali a reagire e a mettere in atto un’azione terroristica con un livello di potenza di fuoco che si era visto solo nel precedente attentato a Giovanni Falcone. Borsellino e Falcone, due eroi, due esempi di determinazione e di affermazione della legalità come necessità fondamentale per il riscatto del Mezzogiorno e dell’intero Paese. Lo Stato continui a combattere il crimine con la stessa determinazione di questi magistrati che hanno messo in gioco la loro vita per affermare la legalità e liberare cittadini e imprese dalla tenaglia del condizionamento mafioso, dal racket, dall’usura”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email