Commercio: crollo vendite 2013 (-2,1%), peggio dal ’90

Caduta anche per gli alimentari, -1,1%

Le vendite al dettaglio nel 2013 segnano un crollo del 2,1% rispetto all’anno precedente. Lo rileva l’Istat, spiegando che si tratta del calo annuo più forte dall’inizio delle serie storiche comparabili, ovvero almeno dal 1990. E stavolta, sottolinea l’istituto di statistica, a scendere sono anche gli alimentari.
Le vendite al dettaglio di prodotti alimentari segnano infatti, per l’intero 2013, una caduta dell’1,1% rispetto all’anno precedente. Per i prodotti della tavola si tratta del ribasso annuo più forte dal 2009, ovvero da quattro anni. A dicembre del 2013, nonostante le feste natalizie, le vendite al dettaglio tornano a scendere, calando dello 0,3% rispetto a novembre e del 2,6% su base annua, spiega l’Istat. E l’alimentare a livello mensile (-0,5%) fa anche peggio del resto dei prodotti (-0,3%) .

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email