Commissione Ue non avvia procedura contro Italia sul debito

Niente procedura a carico dell’Italia per eccesso di deficit in base alla regola del debito. Così ha stabilito l’esecutivo comunitario nella riunione di oggi del collegio del commissari, dopo le misure correttive varate del governo sui conti 2019.

“Grazie all’insieme delle misure adottate dal governo, l’Italia rispetterebbe complessivamente le regole del Patto nel 2019 sullo sforzo strutturale” – ha detto il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, durante la conferenza stampa. Moscovici ha ricordato che all’Italia erano state richieste una serie di condizioni, ovvero ridurre “lo scarto per il 2018, quello per il 2019 e ottenere garanzie sul bilancio 2020. Il Governo ha approvato un pacchetto lunedì scorso grazie al quale “la procedura per debito non è più giustificata”, ha aggiunto.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email