Confesercenti E.R: al via la 25ª Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia

Oltre trenta tour operator collegati da 17 nazioni per partecipare agli eductour virtuali fra le città d’arte, i borghi e i prodotti tipici dell’Emilia Romagna

Si tiene domani, venerdì 10 settembre, l’ultima iniziativa del programma della “25ª Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia” con l’evento “Eductour 2021”, l’atteso viaggio riservato ai tour operator internazionali, che quest’anno si svolgerà on line, fra le bellezze delle città d’arte e dei borghi dell’Emilia-Romagna.

Un affascinante tour alla scoperta delle proposte dei territori, attraverso alcuni video dedicati, dall’Emilia alla Romagna, da Ravenna a Piacenza, passando per Bologna, Ferrara, Modena, Parma e Reggio Emilia.

Parteciperanno più di 30 tour operator specializzati collegati da 17 nazioni: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Israele, Italia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Romania, Sud Africa, Ungheria

Dopo l’apertura dei lavori, prevista alle ore 10,30, il viaggio partirà con un eductour dedicato a Bologna e Modena: “You Unesco Destination”.
A seguire ci si sposterà in Romagna: dalla Ravenna di Dante allo spettacolo della Valmarecchia, per scoprire una Romagna che non ti aspetti, in cui le perle d’arte dell’entroterra ben bilanciano l’estro della riviera. Passando, poi, per i capolavori di Forlì e dintorni e gli antichi mestieri a Santarcangelo di Romagna; per descrivere, infine, le tipicità gastronomiche del territorio: l’olio, il vino, la pasta fresca delle arzdor, un gustoso riassunto del perché scegliere la Romagna tutto l’anno.

Una tappa speciale sarà dedicata a Ferrara, la città del Rinascimento: col centro storico, patrimonio mondiale dell’UNESCO, le meraviglie della pittura, dell’architettura e i profumi inconfondibili delle locande, il Castello Estense, la tragica storia di Ugo e Parisina e i segreti di Lucrezia Borgia.

Si arriverà, infine in Emilia, con un mix di immagini emozionali tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia, con le eccellenze artistiche, culinarie e culturali di un territorio che fa sognare ad occhi aperti per le sue tradizioni, la storia e la passione che emerge da ogni cosa.
“Eductour 2021” è, dunque, l’evento conclusivo della 25ª Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia, promossa da Confesercenti con il sostegno di APT Emilia Romagna, delle Destinazioni Turistiche Bologna Città Metropolitana, Romagna ed Emilia, la collaborazione di ENIT e il patrocinio, fra gli altri, dei Ministeri del Turismo, della Cultura e degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Regione Emilia-Romagna, e di diversi Comuni e altri enti locali.

Per il vicepresidente di Assohotel Confesercenti E.R. Paolo Mazza: “lo svolgimento della 25ª edizione della Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia, è stato un segnale di speranza importantissimo per tutto il comparto turistico regionale e nazionale duramente colpito dalla Pandemia ma che dimostra una grande volontà di ripresa. La partecipazione di tour operator e seller, inoltre, certifica quanto importante e autorevole sia diventato questo evento nel corso degli anni, e come vi sia un progressivo maggior interesse per le offerte turistiche non solo del Paese ma dell’Emilia-Romagna in particolare.
Nuovi contatti, nuovi business sono fondamentali per la ripresa del settore e attraverso la Borsa i Tour Operator di tutto il mondo si possono rendere conto direttamente non solo dell’inestimabile offerta del nostro patrimonio ma anche della qualità della nostra accoglienza.”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email