Confesercenti Emilia Romagna e Stefano Bollettinari premiati a Barcellona

La motivazione dell’importante riconoscimento è da ascrivere al costante impegno in favore del commercio di prossimità nelle città europee

Il premio Barcelona Comerç 2019 è stato conferito ieri sera, nella città catalana, a Confesercenti Emilia Romagna e a Stefano Bollettinari in qualità di presidente di Vitrines d’Europe, l’entità europea cui l’associazione aderisce, nel corso del consueto galà annuale della fondazione Barcelona Comerç, che raggruppa la maggior parte dei commercianti della città.

Erano presenti Ada Colau Sindaca di Barcellona, Àngels Chacón Ministra dell’Economia della Catalogna, i dirigenti della Fondazione Barcelona Comerç e altre autorità.

La motivazione dell’importante riconoscimento è da ascrivere al costante impegno di Confesercenti Emilia Romagna a livello europeo, soprattutto nella rappresentanza e difesa delle piccole e medie imprese del commercio di prossimità e del turismo e che ha visto in Stefano Bollettinari, già direttore di Confesercenti E.R., coordinatore nazionale dell’Associazione Centri Storici (Ancestor) e attuale Presidente di Vitrines d’Europe, uno degli interpreti più attenti e tenaci nel far valere le ragioni delle imprese del commercio dei centri storici e le loro esigenze aggregative.

L’idea di mettere assieme le associazioni del commercio di prossimità dei vari paesi è nata nel 1997 a Barcellona con la nascita della “Fédération Européenne des Centres Villes”, poi divenuta “Vitrines d’Europe” nel 2003 a Bruxelles e in entrambi i casi Confesercenti Emilia Romagna ha svolto un ruolo importante e decisivo.

Stefano Bollettinari, che si è detto onorato per l’attribuzione del premio, dal 2006 ricopre la carica di presidente di Vitrines d’Europe e dopo una lunga carriera in Confesercenti, continua a collaborare con l’Associazione a livello regionale nell’ambito del commercio dei centri storici.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email