Confesercenti Nonantola: “Le imprese debbono poter operare in sicurezza”

Non solo il furto ma anche i danni al fornaio. “Solidarietà ai titolari dell’esercizio preso di mira dai malviventi, gli operatori del commercio sono preoccupati”

“E’ grave di per sé il fatto che potrebbe toccare anche ad altri commercianti. È grave che oltre al furto ci sono stati danni: alla struttura, alle materie prime, fulcro dell’attività del forno di piazza Liberazione. Le imprese hanno la necessità di poter operare in sicurezza. Ribadiamo che occorre la certezza della pena”. Così Confesercenti Area di Nonantola dopo il furto avvenuto nella notte tra il 28 e il 29 aprile allo storico esercizio di piazza Liberazione, in centro a Nonantola, tra quelli che l’o scorso anno oltretutto avevano partecipato all’iniziativa ‘Dacci il nostro pane quotidiano”, il pane per il Giubileo della Misericordia. 

“Solidarietà e vicinanza ai titolari dell’attività colpita dai ladri. È però con rammarico che constatiamo la stanchezza da parte di esercenti seri – il loro esercizio è da decenni un presidio importante per il territorio, oltre che punto di riferimento per i cittadini – di dover operare in queste condizioni. L’auspicio che i malviventi siano assicurati quanto prima alla giustizia”, conclude Confesercenti.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email