Conti pubblici, Bankitalia: a novembre nuovo aumento a 2.229 miliardi

Crescita di 5,6 miliardi rispetto a ottobre

bankitalia

 

Continua la crescita del debito pubblico italiano. A novembre, secondo quanto informa la Banca d’Italia, è stato pari a 2.229,4 miliardi, in aumento di 5,6 miliardi rispetto al mese precedente quando era tornato a salire dopo la pausa di settembre. L’incremento, spiega l’istituto centrale, è dovuto al fabbisogno mensile delle amministrazioni pubbliche (7,1 miliardi), parzialmente compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro (per 1,6 miliardi, a 46,1 miliardi). Erano pari a 74,4 miliardi alla fine di novembre del 2015.
Sempre a novembre, le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 33,8 miliardi (34,6 nello stesso mese del 2015) sottolineando che nei primi undici mesi del 2016 sono state pari a 368,4 miliardi, in crescita del 4,3 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2015. “Al netto di alcune disomogeneità contabili e temporali (riguardanti principalmente l’IVA, le ritenute Irpef e l’imposta di bollo virtuale), rileva l’istituto centrale, si può stimare che la dinamica sia stata più contenuta”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email