Credito: da Ue Ok ad ampliamento aiuti di stato, si colga la palla al balzo

Ora possibile garanzia pubblica al 100% e superamento della soglia de minimis. Governo approfitti subito dell’opportunità e la giri alle imprese

La Commissione Ue ha annunciato, con un comunicato di ieri, di aver ampliato il quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato, già modificato con il framework adottato il 19 marzo. Tra le novità per le imprese, è ora consentito agli Stati membri concedere finanziamenti a tasso zero e garanzie su prestiti che coprono il 100% del rischio. Inoltre, è possibile fornire capitale fino al valore nominale di 800mila euro, che può essere combinato anche con gli aiuti ‘de minimis’, portando l’aiuto per impresa ad 1 milione di euro.

Così Confesercenti in una nota.

Bisogna agire subito e approfittare di quest’opportunità senza precedenti: il governo deve prendere la palla al balzo e girarla alle imprese. L’ampliamento degli aiuti consente di fatto di superare la soglia precedentemente imposta dal ‘de minimis’, un tetto troppo stringente per fronteggiare l’emergenza che stanno vivendo le imprese e che rischia di sterilizzare – e in molti casi annullare – i benefici a favore delle PMI inseriti nell’articolo 49 del decreto Cura Italia. Per questo chiediamo urgentemente al governo di utilizzare l’occasione offerta dall’Unione Europea e recepire immediatamente le modifiche”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email