Crisi / Padoan al Parlamento europeo: “Italia non viola le norme, guardate bene i numeri”

“Nostra politica di bilancio solida, con misure per la crescita e riforme strutturali”

Padoan-Risorse-Non-TagliNessuna violazione: l’Italia ha “una politica di bilancio solida, con misure per la crescita e riforme strutturali che la rendono sostenibile a lungo termine. So che c’è la percezione che l’Italia voli le norme sul deficit, ma guardate bene i numeri: non è vero, rispettiamo le regole meglio di altri nonostante il debito elevato per il quale facciamo ogni sforzo perché si mantenga in un percorso di riduzione”.

A dichiararlo è il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in un dibattito al Parlamento Europeo con il ministro tedesco Wofgang Schaeuble “L’Italia non viola le norme – ha ricordato – attualmente siamo nella fase della prevenzione, rispetto ad altri Paesi, e nonostante l’enorme debito facciamo tutti gli sforzi perché scenda”. E oltre a ridurre il debito, ha aggiunto, “stiamo facendo delle riforme strutturali che rafforzano la sostenibilità. “Le riforme strutturali, cardine di un’azione di governance più efficace, devono essere inserite in un quadro di visione europea strategica. Non va trascurata l’importanza delle riforme istituzionali, che secondo alcuni non hanno impatto sull’economia, ma sbagliano perché invece rafforzano la stabilità e valorizzano gli interventi economici”. Molto deve essere fatto, però, anche a livello comunitario, le politiche economiche nazionali e europee devono essere complementari. E’ una delle principali. Lezioni che si possono trarre dalla crisi economica secondo il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, che ha sottolineato l’importanza di un rafforzamento reciproco fra “misure a livello europeo e nazionale”. “Le riforme strutturali, cardine di un’azione di governance più efficace, devono essere inserite in un quadro di visione europea strategica”. Importante è anche che le misure decise, sia a livello nazionale che europeo, devono generare fiducia, altrimenti i loro risultati saranno inferiori alle attese. “E’ un compito della politica sia a livello nazionale che europeo”, ha osservato.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email