Editoria: Fenagi Confesercenti, delusione per comportamento Fieg

Mancato confronto su giornali lascia perplessi e delusi. Il Presidente Cartosio: “Offensivo sentirsi dire che le proposte sono ancora una volta irricevibili”

La Fenagi Confesercenti esprime preoccupazione e rammarico rispetto i tempi e i modi con cui si sono trascinate fino ad ora le riunioni per il rinnovo dell’Accordo Nazionale.

Constatiamo che, dopo dieci anni dalla chiusura dell’Accordo Nazionale, decine di riunioni con scambi di documenti ed una scaletta degli argomenti concordata con la Fieg lo scorso 29 Aprile, ancora una volta si è evitata una discussione concreta nel merito degli argomenti, considerando le proposte delle OOSS “irricevibili”.

La Fenagi nell’occasione ha protestato fortemente con parole dure attraverso il presidente Nazionale Cartosio: “Pensare ai sacrifici che fanno gli edicolanti per tenere aperta l’attività e partecipare alla riunione con gli editori per sentirsi dire che le proposte sono ancora una volta irricevibili, senza che neppure si provi ad iniziare il confronto, è offensivo per tutta la categoria che rappresentiamo. Il vostro atteggiamento continua a lasciarci perplessi e delusi e non sappiamo più se sia il caso di continuare il confronto”.

La Fenagi prende atto della decisione della Federazione degli editori di prevedere 4 appuntamenti entro la fine di luglio per un ulteriore approfondimento dei temi scelti il 29 Aprile, senza una scaletta degli ordini del giorno ma iniziando da una generica indicazione sulla definizione del prodotto irregolare, e si riserva di valutare dopo il prossimo incontro se continuare a partecipare al confronto contrattuale.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email