Equitalia: Rateizzazione fino a 10 anni per chi è in difficoltà

Confesercenti: “Allungamento è provvedimento intelligente e umano”

Il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni ha firmato il decreto ministeriale che prevede la rateizzazione in 120 mesi delle cartelle di Equitalia dei contribuenti in difficoltà per la crisi. Il decreto raccoglie la mozione del presidente della Commissione Finanze Daniele Capezzone. Quattro i piani di rateazione previsti. Quello ordinario scatta in caso di “temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica”, come disciplinato dal Testo unico sulla riscossione delle imposte sul reddito del 1973, e prevede un massimo di 72 rate. Il piano straordinario può essere chiesto invece di fronte a una “comprovata e grave situazione di difficoltà, indipendente dalla responsabilità del debitore e collegata alla congiuntura economica”: in questo caso, si potrà diluire il debito con il Fisco in 120 rate. Il piano straordinario scatta quando il contribuente non è in grado di pagare una rata superiore al tetto del 20% sul reddito mensile per i privati e del 10% sul valore della produzione per le imprese.

Positivo il giudizio di Confesercenti: “Il provvedimento che consente di spalmare su 120 rate il pagamento delle cartelle Equitalia è intelligente e umano, perché evita di sommare crisi a crisi: tanti, imprenditori e non, si trovano in difficoltà a causa della recessione, e sono quindi realmente impossibilitati a pagare in tempi brevi le proprie pendenze fiscali. Il nostro apprezzamento va anche all’onorevole Daniele Capezzone, promotore della mozione per un fisco più umano, che con il suo lavoro ha permesso a famiglie e imprese di tirare un sospiro di sollievo”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email